Salta al contenuto

2020: comprare casa è ancora un buon investimento?

Che sia l’abitazione principale o un immobile da acquistare come investimento, il mattone in tutte le sue declinazioni continua ad attrarre gli acquirenti. Ma conviene ancora comprare?

Per dare risposta alla domanda che poniamo nel nostro titolo, ovvero se acquistare una casa sia ancora un buon investimento o meno, partiamo dal presupposto che il mattone resta sempre e comunque il luogo più sicuro in cui custodire i propri risparmi.

Riuscire a diventare proprietari della casa in cui si abita, o addirittura di una seconda casa da mettere a reddito, rappresenta per molti una conquista personale, il raggiungimento di un obiettivo.

Specialmente in un Paese come l’Italia, in cui oltre il 75% delle persone vive in un immobile di proprietà, il possesso delle quattro mura è più che mai percepito come una sicurezza e un traguardo.

La maggior parte di coloro che comprano una prima casa ricorrono a un mutuo ipotecario e sono disposti a fare dei sacrifici pur di ritrovarsi, dopo qualche anno, con un bene di valore tra le mani.

Infatti è innegabile che l’acquisto sia una soluzione meno “comoda” rispetto all’affitto: comporta maggiori responsabilità e richiede un impegno economico più gravoso.

Questo è vero non tanto nel corso del pagamento delle rate, a mutuo avviato (dal momento che l’importo della rata spesso si avvicina in modo approssimativo a un canone di locazione), quanto all’inizio dell’operazione.

Infatti chi compra casa deve essere in grado di:

  • coprire da solo con i propri risparmi almeno una parte del prezzo della casa, dato che il mutuo in genere finanzia al massimo l’80% del valore dell’immobile;
  • di versare le tasse legate all’acquisto;
  • di sostenere eventuali costi per opere di ristrutturazione e di arredamento.

Insomma, si tratta di una soluzione che sembra meno conveniente all’inizio, ma che si rivela nel tempo decisamente più appagante rispetto al pagamento di un canone mensile d’affitto, che non contribuirà mai a creare il possesso della proprietà!

Detto questo a livello generale, cos’è che determina OGGI, nel 2020, la convenienza dell’acquisto di una casa?

Alla luce della nostra premessa, da agenti immobiliari ci sentiamo di dire che se si cerca stabilità, in presenza di condizioni economiche adeguate, l’acquisto è sempre la scelta migliore.

E in questo momento di mercato in modo particolare!

In primo luogo, l’investimento nella casa oggi è una mossa vincente alla luce dei valori immobiliari ancora bassi.

Questi permettono:

  • a chi cerca la propria abitazione principale di assicurarsi un’ottima soluzione spuntando un prezzo conveniente;
  • a chi vuole investire in una seconda casa di pagare poco un appartamento che garantirà una buona rendita vista anche all’alta richiesta di immobili in locazione (si pensi ad esempio all’ampia domanda di affitti per studenti e affitti turistici in città come la nostra Pisa).

A rendere lo scenario ancora più roseo per l’acquirente ci sono poi l’offerta abbondante di case e la presenza di tassi di interesse vantaggiosi sui mutui, che alimentano la spinta all’indebitamento.

Infatti, all’indomani dei nuovi tagli stabiliti dalla Banca Centrale Europea, stipulare un finanziamento in questi mesi è più conveniente che mai, con i tassi (sia fisso che variabile) che vanno a segnare sempre nuovi record al ribasso.

Cos’altro aggiungere?

Ah sì, certo…

Che per fare un acquisto che si riveli davvero un affare, la scelta giusta è affidarsi a professionisti!

Solo un’Agenzia competente ed esperta della tua zona saprà indicarti gli immobili in linea con ciò che cerchi, quelli adatti per investire e guidarti nel corretto svolgimento delle varie fasi dell’acquisto, mettendoti al sicuro da spiacevoli imprevisti che potrebbero verificarsi nel corso della tua operazione.

Per un acquisto così importante è meglio non rischiare: mettiti in mani sicure e per la tua casa a Pisa contatta l’Agenzia Immobiliare Area.

Ti aspettiamo!

Luca Nardi e Marco Donati

logo Area Immobiliare

Published inSettore Immobiliare

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *